I 42 motivi per cui vale la pena correre la Maratona di Roma, anche quest’anno!

Questo articolo lo pubblichiamo dal 2012 e da allora sono cambiati 2 Presidenti della Repubblica, 6 Governi, 3 Sindaci di Roma e 2 Papi, ma la Maratona di Roma, nonostante i mille problemi, è sempre nel nostro cuore.

Ogni anno ce lo fa battere, palpitare, e scoppiare di gioia

Tutti abbiamo un motivo per correrla e decidere di partire da via dei Fori Imperiali. Quale è il tuo?

1 La partenza sotto il Colosseo
2 L’arrivo davanti il Colosseo
3 Sentire i piedi che tremano sopra i sanpietrini di Roma
4 Passare dentro a quattro città diverse, la Roma papalina, la Roma risorgimentale, la Roma antica e la Roma moderna
5 Sentire tutte le campane di Roma
6 Il raduno alla fermata Circo Massimo con gli amici
7 La foto con i compagni di squadra
8 La notte prima della gara
9 Il ritiro del pettorale all’Expo’
10 I ponti di Roma
11 Mangiare un pezzo di pizza bianca a via dei Baullari il giorno prima della gara
12 I luoghi dei nostri allenamenti, senza macchine!
13 Le nuvole di Roma nelle sue fontane
14 Uscire dalla metro e parlare tutte le lingue del mondo
15 Raccontare agli amici che Roma è unica
16 Restare senza fiato quando entri a piazza Navona
17 Capire quanto ancora vali uscendo da piazza Navona (è il 38 km)
18 Prenderti tutto il tempo del mondo ammirando Piazza di Spagna
19 Avere la consapevolezza che, una volta finita, Roma non sarà più quella di prima
20 Terminare la gara, prendere la medaglia e sorridere come un bambino
21 Entrare nella gabbia e non avere paura
22 Entrare nella gabbia e sentirsi un piccolo gladiatore
23 Chiudere la gara con ogni tempo, sapendo che quanto hai fatto era il massimo
24 Poter dire: “ho corso Roma!”
25 Sentirsi solo e lontano quando passi in via Cristoforo Colombo
26 Allenarsi nei giorni prima e leggere i numeri dei km scritti a terra con la vernice
27 Via del Corso e Piazza del Popolo come una festa a casa tua
28 La benedizione del Papa
29 Le maledizioni degli automobilisti (sempre meno a dire il vero)
30 Dimenticarsi, per un giorno, dei sacrifici sulle strade della città
31 Via di San Gregorio, il sotto passo del lungo Tevere, ricordateveli!
32 I volontari lungo il percorso
33 Correre a Piazza Venezia, sentire la spinta dei tanti turisti (la sentirete, credetemi)
34 Il cielo di Roma che c’è sempre
35 Il fiume di Roma che non ti lascia quasi mai
36 Credere, almeno per oggi, che apriamo casa a tutto il mondo
37 Tornare a casa cosciente di aver vissuto un giorno nella storia del mondo
38 Passare a testaccio e sentirsi un po’ più romano
39 Accorgersi di essere stato come dentro un film e averlo vissuto da protagonista
40 Il rammarico di non averla vista tutta, la soddisfazione di averla capita forse un po’ di più
41 E’ finita
42 Questo è solo per la gloria, la medaglia e via dei Fori Imperiali

Qualsiai sarà la ragione che ti farà correre, buona Maratona di Roma.

Marco Raffaelli