Frontiere americane riaperte…anche per la Maratona di New York?

verrazzano bridge new york

Gli Stati Uniti hanno deciso di riaprire a novembre i confini ai viaggiatori vaccinati di 33 paesi tra cui Cina, India, Brasile e gran parte dell’Europa.

Una decisione importante per chi vorrà correre la maratona di New York.

La Casa Bianca entra in una nuova fase dopo le restrizioni che sono iniziate all’inizio dello scorso anno.

Gli Stati Uniti erano rimasti indietro rispetto a molti altri paesi nell’eliminare tali restrizioni.

Le scelte dell’amministrazione statunitense hanno bloccato i viaggiatori provenienti dalla maggior parte del mondo, comprese decine di migliaia di cittadini stranieri con parenti o legami d’affari negli Stati Uniti.

Saranno ammessi i viaggiatori completamente vaccinati provenienti dai 26 paesi Schengen in Europa, tra cui Francia, Germania, Italia, Spagna, Svizzera e Grecia, nonché Gran Bretagna, Irlanda, Cina, India, Sud Africa, Iran e Brasile.

La decisione, annunciata dal coordinatore della Casa Bianca in materia di lotta al Covid 19 Jeff Zients non ha fornito una data di inizio precisa per le nuove regole oltre a dire “inizio novembre” e molti dettagli della nuova politica sono ancora in fase di definizione.

Cosa dovranno fare i tanti italiani iscritti alla Maratona di New York 2020 che avevano rimandato al 2021 il loro pettorale?

Terramia, il principale tour operator del settore, al 20 settembre informa i clienti che in considerazione delle novità per i viaggi verso gli Stati Uniti, siamo in attesa di conoscere i dettagli delle nuove norme e le linee guida del NYRR – New York Road Runner

Anche Born to run tour operator ufficiale della Maratona di New York dal lontano 1997 rilascia poche parole “La notizia di ieri è sicuramente positiva, anzi molto positiva … ed intanto “godiamoci” il momento che aspettavamo da mesi. Appena avremo tutti i dettagli (speriamo a brevissimo) sarà nostra premura aggiornarvi immediatamente.”

Speriamo non decidano il “giorno prima” della gara, prtire per una maratona non è facile, in particolare per NY in condizioni contingentate come questa edizione. I controlli ai gate degli aeroporti americani saranno ancora più stringenti e le code potete immaginare come saranno.

Buona 50a Maratona di New York a tutti.

runner felice a ny