Correre d’estate

correre d'estate

Amo l’estate, ma odio il caldo!

Questa è la frase che ho sentito più spesso da quando ho iniziato a correre. Noi runner, però, non ci fermiamo mai. E’ nel nostro DNA: a noi piace correre d’estate, d’inverno, in autunno, in primavera, e qualsiasi siano le condizioni atmosferiche.

Insomma non c’è stagione che tenga, soprattutto quando le maratone autunnali sono già programmate…che le nostre scarpe ci portino a Verona, Venezia, Firenze, Valencia o New York, non importa, gli allenamenti devono iniziare.

Non possiamo perciò farci fermare dal caldo!

Quando andare a correre d’estate?

E’ importante scegliere il momento migliore e non trovarci a dover correre per forza a mezzogiorno, perchè , a mio avviso, a meno che non sia dentro una pineta o in una foresta completamente all’ombra, sarebbe un suicidio o un’insolazione assicurata.

Scegli, se possibile, il mattino presto o la sera dopo il lavoro.

Sono due momenti perfetti, perchè il primo mette in moto l’organismo per affrontare al meglio la giornata, il secondo ti aiuta ad eliminare lo stress accumulato dopo 8 ore di lavoro.

Come vestirsi.

Per agevolare la dispersione del calore cerca di vestirti il meno possibile, rimanendo nei confini della decenza!

  • Indossa pantaloncini corti e leggeri
  • Sostituisci la classica t-shirt con un top specifico per la corsa
  • Utilizza colori chiari che attraggono meno i raggi solari
  • Indossa possibilmente capi realizzati con tessuti tecnici
  • Non indossare t-shirt di cotone che trattengono il sudore e diventano dei pesanti “sarcofagi di acqua calda” ( effetto provato sulla mia pelle)

Magari sarà capitato anche a te di incontrare il famoso tunner in giacca a vento d’estate, quello che pensa di riuscire a dimagrire più velocemente… Ecco, non c’è niente di più pazzo e sbagliato: correre d’estate e impedire la traspirazione del sudore può essere molto pericoloso. Non seguirlo mai per niente al mondo!

Bevi spesso

L’acqua o i liquidi che introduciamo e che perdiamo con il sudore servono a regolare la temperatura corporea.

Sudando si perdono liquidi e minerali, come magnesio e ferro. Se il livello di idratazione non è in equilibrio si rischia anche di compromettere la performance. La cosa importante è iniziare ben idratati.

Bere prima, durante e dopo:
idratarsi è la parola magica che dovrebbe accompagnarci tutta la giornata, sia d’estate sia d’inverno. Correre d’estate significherà bere più spesso.

Fai il pieno di minerali

Cibi ricchi di vitamine e minerali dovrebbero essere una componente fissa dell’alimentazione tutto l’anno. I sali minerali persi vanno reintegrati con il cibo: banane, albicocche essiccate e alimenti integrali sono gli snack ideali post allenamento.

Proteggi la pelle

Metti la crema solare su tutte le parti esposte al sole. Ricorda sempre che il sole fa bene a piccole dosi e durante la corsa spesso non ci accorgiamo di essere esposti per lungo tempo; potremmo ritrovarci con scottature indesiderate e più rughe di Matusalemme.

Applica una buona protezione solare anche sul collo, dietro le ginocchia e nelle orecchie.

Riduci il passo

Durante l’esercizio fisico il nostro corpo genera una grande quantità di calore, che disperdiamo attraverso l’epidermide.

La quantità di calore generata è proporzionale all’intensità del lavoro; quindi parti lentamente per ritardare il momento in cui raggiungerai la massima temperatura corporea. Se il caldo è particolarmente intenso e il tasso di umidità elevato, probabilmente ad una partenza lenta dovrà seguire anche un rallentamento generale dell’andatura.

Ascolta il tuo corpo

  1. Quando fa caldo, il corpo ha anche bisogno di più tempo per recuperare. Se non sei in piena forma, meglio prendere un giorno di riposo o trovare un’alternativa alla corsa.
  2. All’aumentare della temperatura il nostro corpo spende molte più energie per raffreddarsi, sudiamo molto di più, e lo stress fisico aumenta. È fondamentale, quindi, dotarsi di un cardiofrequenzimetro per monitorare il battito, non la velocità.
  3. Se non riuscirai a mantenere il solito ritmo, non casca il mondo, ciò che è importante è mantenere il cuore nelle condizioni ottimali di allenamento…vai più piano!

Non sei Forrest Gump e non devi salvare il mondo, per cui, se senti caldo, fermati! 

Correre d’estate è sicuramente bellissimo, ma non strafare se ti senti particolarmente fiacco; meglio farsi una bella pedalata o una bella nuotata. Ti manterrai comunque in forma!

Felice Estate ovunque voi siate

correre d'estate