Quando correre: i momenti migliori

Qual è l’orario migliore per correre? Appena svegli, il pomeriggio o la sera?

Forse non esiste un orario migliore dell’altro perchè ognuno ha un suo orario preferito, ed è in base ad esso che si possono trarre alcuni vantaggi e svantaggi.

Esistono sicuramente delle sostanziali differenze tra il running mattutino, prima o dopo pranzo e quello serale.

Per ogni momento del giorno ci sono vantaggi e svantaggi diversi ne elencheremo alcuni. Scegli in base ai  tuoi obiettivi e alle tue possibilità.

Correre di mattina

Vantaggi:

La classica corsa all‘alba o di prima mattina è il modo migliore per iniziare la giornata.

Si dà al corpo una dose sana di ossigeno e il metabolismo tende a farci bruciare più calorie. Questo, per chi vuole dimagrire, potrebbe essere il momento ideale: correre a stomaco vuoto implica che il corpo vada a bruciare le riserve di grassi per prendere energia.

Risulterà più semplice correre quando fa fresco rispetto a quando fa caldo, soprattutto d’estate.

Svantaggi:

Fare una corsa di mattina può risultare più difficile.

Appena ci si alza, le articolazioni potrebbero essere rigide, i muscoli tesi e poco flessibili e per questo potrebbe mancare il controllo e la coordinazione. Ecco perché sarebbe meglio fare un buon riscaldamento prima di correre.

Di mattina è meglio evitare l’allenamento a intervalli. Allenamenti intensi potrebbero essere causa di infortuni e di affaticamento fisico.

Inoltre, quando dormiamo il corpo perde liquidi ed è quindi importante bere per avere sempre un livello normale di idratazione.

Un consiglio meglio evitare il caffè perché la caffeina tende a disidratare il corpo.

Corsa prima o dopo pranzo

Vantaggi:

L’ora di pranzo è ideale anche per chi vuole fare qualcosa di più qualitativo.

L’organismo è al massimo delle prestazioni, le riserve energetiche sono piuttosto cariche e si percepisce di meno lo sforzo fisico. Sono le condizioni ideali per un allenamento intenso e veloce. I muscoli saranno già caldi e pronti a partire. In questo momento della giornata si otterranno livelli elevati di forza esplosiva e di capacità metaboliche, l’ideale per gli allenamenti che puntano a potenziare la velocità.

Il corpo godrà dei benefici fisici e psicologici dell’attività fisica (migliorando anche l’umore).

Svantaggi:

Correre dopo pranzo potrebbe risultare faticoso.

Tutto sarà legato alla digestione e a quello che si è mangiato a pranzo.

Per evitare problemi di digestione durante un allenamento ad intervalli intenso bisognerà:

  • Aspettare circa 30 minuti dopo uno snack leggero prima della corsa.
  • Attendere un’ora e mezzo o due prima della corsa dopo un pasto abbondante.
  • oppure meglio provare prima di pranzo.

Corsa di sera

Vantaggi:

Una corsa di sera è ideale anche per chi vuole smaltire le tossine ed è il modo migliore per rilassarsi.

Tra i benefici della corsa di sera c’è invece l’alleviamento di stress e tensione, sia psicologica che fisica. Si hanno più energie, perché il corpo si è nutrito, è più agile, è pronto per allenamenti intensivi e quindi favorire l’irrobustimento muscolare. Una corsa lunga e leggera può aiutarti a scaricare un po’ di tensione. Inoltre, correre di sera può accelerare la combustione dei grassi.

Svantaggi:

Una corsa serale potrebbe darti problemi a prendere sonno.

La corsa potrebbe ricaricare troppo il corpo e ritardare il momento in cui addormentarti.

Molte persone che praticano sport la sera riscontrano difficoltà ad addormentarsi, soffrendo di una sorta di piccolo jet-lag.

In conclusione:

Prenditi tutto il tempo che serve e trova il tuo momento ideale per andare a correre, sarà comunque il tuo momento migliore.

Buone corse!