IL DIARIO DI CHIARA: la Maratona come metafora di Vita.

L’ultima uscita dell’autrice Chiara Agata Scardaci e la donazione in della casa-famiglia l’APPRODO, gestita dalla Onlus Spes contra Spem.

“Innamorati della sospensione che esiste tra ogni passo, impercettibile e custodita in un tempo non misurabile, paragonabile forse, allo spazio tra due respiri; lasciati rapire dalla poesia di quei sogni che giacciono dormienti e nell’ipnotico susseguirsi di curva e rettilineo.
Respira l’odore della speranza”

Tratto dalla Lezione n.14 del Diario di Chiara

A tutti i maratoneti, a tutti gli appassionati di corsa, a tutti coloro che hanno percorso quei 42.195km o che sognano di farlo!

A tutti voi è rivolto questo Libro, scritto dalla scrittrice Chiara Agata Scardaci, con la passione di chi veramente ha vissuto quelle sensazioni sulla propria pelle.

Emozioni di chi ha sognato, creduto e sperato.

Chiara ha fatto sue le sensazioni e gli insegnamenti della Regina di tutte le competizioni e ne ha fatto un Libro anche questo diviso in 42 capitoli o meglio 42 lezioni di vita.

Perché in fondo, tutti i maratoneti la penseranno come me nel credere che dietro ai chilometri di una Maratona, si nascondano dei veri e propri insegnamenti di vita stessa!

Si tratta di un viaggio sia fisico che mentale. Attraverso il quale il nostro corpo misura la sua tenacia e resistenza. La testa guida le gambe ed esse obbediscono ai nostri stimoli.

Chiara in questo Libro ci offre 42 motivi per capire la Maratona e la vita stessa che trapela da ogni passo percorso sulla strada dei chilometri di gara.

“Ci siamo innamorati della pista (14), scovato un cuore nei muscoli della sala pesi (17), usciti dalla comfort zone (29) e guidati come in un sogno (30) da chi la saprà sempre più lunga di noi, per mano a tutti i nostri supporters (22), abbiamo capito di essere finalmente pronti per l’amore (28), un amore pieno di kilometri, perché la maratona è ovunque (27).”

Tratto dalla Lezione n.41 del Diario di Chiara

Il Diario di Chiara, scorre veloce nelle sue pagine che per un’amante della corsa, come lo sono io, rappresenta una sorgente d’acqua fresca nella notte più calda d’estate. La lettura è appagante e non solo per l’argomento appassionante, molto di più per il significato intrinseco che emerge capitolo dopo capitolo o meglio lezione dopo lezione.

“l muro del chilometro 30, quel muro che se si presenta compromette la gara, ti elargisce dolori che non hai mai provato e ti costringe a chiudere i 42 chilometri con una sofferenza inaudita, oppure a demordere e crollare ben prima del traguardo, in un mare di lacrime.”

Tratto dalla Lezione n.28 del Diario di Chiara

C’è un altro motivo, forse il più importante, per il quale vi invito a leggere questo manoscritto che potrete trovare a questo link:

https://spescontraspem.it/prodotto/il-diario-di-chiara-ebook/ .

Il ricavato delle vendite aiuterà a sostenere la casa-famiglia l’APPRODO, gestita dalla Onlus Spes contra Spem..

La casa famiglia APPRODO ha sede a Roma ed ospita otto adolescenti in difficoltà, accompagnati verso il pieno inserimento sociale grazie al supporto degli educatori. Sono ragazzi, sia italiani che stranieri, che non hanno più la loro famiglia di origine come punto di riferimento.

E se correre in fondo rappresenta una forma stessa di amore, leggiamo questo libro e contribuiamo anche noi ad arricchire questo gesto di amore rappresentato in principio dalla scrittura stessa del libro di Chiara per tutti noi.

“Mai più sarai ciò che eri mentre lo vivevi.
Mai più avrai la stessa luce negli occhi.
Mai più il desiderio del traguardo avrà la stessa colorazione.
E mentre qualcuno stenta a riconoscerti, tu sai benissimo chi sei.”

Tratto dalla Lezione n.37 del Diario di Chiara

L’autrice tra le pagine del suo libro, ci ricorda che sono proprio gli sforzi ed i sacrifici del passato a forgiare l’aspetto dell’uomo/donna di oggi.
Sono gli allenamenti, le sveglie all’alba, i commenti e la preparazione con i compagni di squadra.

Tutto ciò ha permesso di presentarci alla partenza, allo start.

Pronti per questo nuovo, entusiasmante ed irripetibile viaggio della vita lungo ben 42 chilometri 195 metri ed in questo caso 42 lezioni.

Le lezioni di Chiara Agata Scardaci!

Prima di lasciarvi alla lettura di questo libro, permettetemi una nota sull’autrice Chiara Agata Scardaci.
Scrittrice e professionista, Chiara è prima di tutto una runner o meglio una maratoneta. Lo capisci subito perché nei suoi discorsi, nelle sue parole la corsa è sempre presente come grande passione di vita. In questo libro, Chiara ha superato sé stessa perché in esso ha trasferito totalmente le sue emozioni di atleta.

Un libro destinato a tutti noi atleti che facciamo di questo sport, l’appuntamento immancabile e quotidiano delle nostre giornate e pilastro fondamentale della nostra esistenza.

Buona lettura!

Chiara Fierimonte