L’alimentazione durante queste settimane

L’alimentazione è una delle principali fonti di benessere ed in questo periodo di emergenza sanitaria, diventa essenziale conoscere le modalità di assunzione degli alimenti.

Per affrontare questo periodo al meglio è necessario aumentare le difese immunitarie cibandosi di alimenti ricchi di antiossidanti e riequilibrare la funzione intestinale.

Non bisogna sottovalutare la funzione dell’intestino da cui dipende l’assimilazione delle sostanze nutritive e la gestione delle reazioni immunitarie e quindi il benessere dell’intero organismo.

Vediamo quindi quali alimenti non devono mancare nella nostra alimentazione e come inserirli nel quotidiano per non ingrassare, visto che potremmo subire una diminuzione dell’attività motoria.

Tutti gli alimenti contenenti vitamine e antiossidanti come la frutta fresca, soprattutto quella contenente la vitamina C come gli agrumi, mele, kiwi, frutti di bosco e non disdegnerei anche una integrazione con 1 grammo di vitamina C al giorno.

E’ preferibile mangiare frutta al mattino e durante gli spuntini a metà mattino e metà pomeriggio, non in coda al pasto in quanto potrebbero fermentare nell’intestino e dare meteorismo.

Le verdure non debbono mancare ad ogni pasto ed i legumi essere assunti almeno 3 volte a settimana poiché favoriscono la produzione di anticorpi. Tra i legumi, oltre ai ceci, fagioli, lenticchie, soia, fave e piselli, possiamo annoverare anche la pasta di farina di lenticchie, da mangiare però a pranzo e non a cena e gli spaghetti di soia, da fare in casa, non ripassati in padella (diminuire i grassi) da cuocere con verdure e proteine (pollo, gamberetti).

I cereali, soprattutto integrali, aiutano l’intestino poiché ricchi di fibre, e dobbiamo inserirne almeno 80 grammi al giorno, distribuiti tra colazione e pranzo, evitarli a cena per non aumentare la glicemia nelle ore notturne con conseguente accumulo di massa grassa.

Le spezie, ricche di antiossidanti come il curry, la curcuma, lo zenzero e la cannella.

La cioccolata fondente (minimo 70%) in quantità di 20 grammi al giorno così come la frutta secca con guscio in quantità di 30 grammi al giorno.

Pesce, soprattutto azzurro poiché ricco di omega 3, che alzano le difese immunitarie, in quantità di 200 grammi tre volte a settimana.

Questi gli alimenti che non devono mancare, ma come distribuirli nella giornata?

Ricordate la massima fondamento della corretta alimentazione: colazione da re/regina, pranzo da principe/principessa e cena da poverello.

Niente alimenti ad alto indice glicemico la sera, limitare i grassi a quelli di origine vegetale (olio extravergine di oliva) e integrare con dei fermenti lattici per migliorare il benessere dell’intestino e svuotarlo completamente tutti i giorni.

Ce la faremo.

Dott. Stefano Fabi

Biologo Nutrizionista

info@stefanofabi.it