Napoli City Half Marathon il ricordo di un lavoro ben fatto

La Napoli City Half Marathon è stata l’ultima gara Label WA a svolgersi in Europa!

Noi di storiecorrenti c’eravamo ed è stata l’ultima gara corsa, vissuta e partecipata come piace a noi.

Il mio amico Mirko, con cui l’ho corsa con il sorriso sul volto per tutto il tempo, nelle settimane seguenti mi ha detto :

Pensa che bello è stata la tua miglior gara da un po’ di mesi, che vuoi di più?

È stato l’ultimo pettorale indossato e con un misto di nostalgia e speranza vorrei correrla ancora e con lei tutte le gare del Progetto Napoli Running.

Napoli Running, in stretta collaborazione con un team internazionale, organizza eventi podistici a Napoli e nella sua area metropolitana.

L’obiettivo è quello di regalare, ai cittadini napoletani e ai corridori di tutta Italia e del mondo, un clima di festa che possa indirettamente creare un impatto positivo in termini economici e sociali, promuovere uno stile di vita sano e rafforzare l’immagine del territorio napoletano e delle sue istituzioni, dando a Napoli un respiro internazionale a conferma che la città è pronta ad ospitare turisti da tutto il mondo.

Napoli Running è anche la Sorrento Positano, che abbiamo corso il 1 dicembre in una giornata splendente su pendìì non facili quelli della costiera sorrentina ma dal fascino unico al mondo.

Ci torneremo il prossimo 6 Dicembre 2020 è una promessa

Due percorsi, la Ultramarathon 54km e la Panoramica 27km, entrambi bellssimi, per emozioni che solo un territorio come la Costiera Sorrentina e Amalfitana possono regalare

La realizzazione di un evento sportivo di massa si declina nel raggiungimento di molteplici obiettivi, ognuno dei quali aggiunge valore e significato al progetto.

La filosofia di ALL RUNNERS ARE BEAUTIFUL, filosofia che Napoli Running ha abbracciato, è quella di riunire corridori di ogni genere, nazionalità, convinzione e abilità, in gare podistiche per celebrare le diversità e l’amore comune per lo sport, lasciando da parte le differenze sociali fisiche e culturali.

Da Praga, il testimonial di All runners are beautiful, è atterrato a Napoli per correre la Napoli City Half Marathon un ragazzo che non è un runner qualunque perché ha fatto della testardaggine il segreto del suo successo.

Lui è Lukáš Petrusek, un appassionato di corsa di origine ceca affetto da acondroplasia, una patologia congenita che gli ha impedito lo sviluppo corretto e avrebbe potuto persino impedirgli di camminare.

Alto poco più di 140 cm, ha già compiuto una serie di imprese straordinarie e uniche persino su scala internazionale, correndo nell’ultimo anno ben 11 maratone, una al mese di media.

Correre su uno dei lungomari più belli del mondo con un panorama unico, ineguagliabile, e in un centro Storico Patrimonio dell’Unesco.

Questa è la Napoli City Half Marathon. Capri alla tua destra, la collina di Posillipo alle tue spalle, immersi nei tesori della Napoli greca, medievale e seicentesca. La gara, insignita della prestigiosa label della World Athletics e dalla 5 stelle quality award della European athletics, si corre in condizioni metereologiche ottimali (10°C).

Più di 500 milioni di telespettatori nel mondo hanno seguito la trasmissione da 26 minuti prodotta in doppia lingua, italiana e inglese. La Napoli City Half Marathon è stata un immenso spot per Napoli e per l’Italia, per il turismo del futuro, mostrando meravigliosi paesaggi che solo Napoli può riservare ai tanti runners italiani e stranieri. Una giornata di sole fantastica, condizioni meteo che solo all’ombra del Vesuvio si possono trovare.

Accoglienza e disponibilità di una città che si è aperta ai runners in un abbraccio durato 21,097 km con tanta gente sulla strada a fare il tifo.

Quei volti sorridenti allegri e colmi di disincanto di chi viene a correre a Napoli sono la misura della sua capacità ricettiva, Napoli ti colpisce sempre diretto, non è mai tangente nel confronto,  Sa arrivare in profondità con angoli che scopri ad ogni cambio di direzione, con i mille contrasti del bene e del male.

Leggendo ancora i dati di questa manifestazione unica si capisce ancora meglio quanto potrà crescere nel futuro.

 

 

Il numero di corridori esteri è in continua crescita sul totale dei partecipanti alla Napoli City Half Marathon, dal 7% (2018), all’ 11% (2019) al 20% (2020). Il numero dei Paesi rappresentati è aumentato da 53 a 70, anche questo dato a dimostrazione del fatto che l’evento sta diventando sempre più internazionale.

Appassionato dello sport e di tutte le storie ad esso legate. Maratoneta ormai in pensione continua a correre nuotare pedalare parlare e scrivere spesso il tutto in ordine sparso