50 anni della Maratona di New York

verrazzano bridge new york

50 anni della Maratona di New York li avremmo festeggiati il 7 novembre prossimo.

Noi, figli del 1970, quest’anno avevamo investito tempo, risorse e speranze per fare festa. Che edizione speciale avremmo corso, portando più di un sogno in ogni passo tra i 5 quartieri e sopra i ponti della città.

La pandemia ha fermato ogni aspirazione.

50 anni della Maratona di New York, passata ad essere da una corsa su strada in un parco cittadino alla maratona più grande del mondo.

Anni in cui il running è diventato fenomeno popolare globale. I numeri, le mode e i mondi si sono alternati in un crescendo senza limiti,

Ma andiamo a scoprire i passaggi fondamentali della maratona più famosa.

Gli anni ’70, tutto inizia con una dimensione da gara tra amici. La prima maratona di New York, organizzata Fred Lebow dei New York Road Runners, si svolge il 13 settembre 1970 al Central Park, con una quota di iscrizione di 1 dollaro e un budget di 1.000.

prima-maratona-new-york
Il primo vincitore di quella prima edizione

Dei 127 corridori iscritti, arrivano al traguardo in 55.

La maratona di New York del 1975 attira l’attenzione e viene disputato il campionato femminile degli Stati Uniti. Con 339 arrivati.

Ma è nel 1976, perr celebrare il bicentenario degli Stati Uniti, che la gara si svolge per la prima volta attraverso i cinque quartieri di New York, (Staten Island, Bronx. Queens, Harlem, Manhattan) con 2.090 partecipanti e 1.549 arrivati.

I vincitori Bill Rodgers e Miki Gorman stabiliscono i record della manifestazione. Rodgers vincerà quattro volte consecutive, dal 1976 al ’79.

Gli anni 80, in piena era Regan, il running inizia a crescere con cifre da capogiro.

Il campione Alberto Salazar vince quella del 1980 in 2:09:41, il debutto più veloce di un americano. Vince ancora nel 1981 e nel 1982.

ABC-TV la trasmette per la prima volta nel 1981; le sue trasmissioni nazionali continueranno fino al 1993.

Gli anni 80 sono davvero speciali per i colori italiani a NY.

Orlando Piazzolato vince due anni di seguito nel 1984 e 1985 e nel 1986 è la volta di Ganni Poli.

orlando pizzolato vince ny
Orlando Pizzolato

I partecipanti quasi raddoppiano durante il decennio, passando da 12.512 arrivati nel 1980 a 24.659 nel 1989.

Gli anni 90 sono quelli della maturità organizzativa.

La maratona del 1992 vede il momento più toccante nella storia degli eventi quando Fred Lebow, il fondatore della Maratona di New York City, malato di cancro al cervello, corre la gara in 5:32:34 con Grete Waitz al suo fianco.

Lebow muore un mese prima della maratona di New York City del 1994 e Allan Steinfeld gli succede come direttore di gara.

La gara del 1994 viene vinta dal messicano Germán Silva, che sbaglia mezzo miglio dal traguardo, poi recupera per superare il connazionale Benjamín Paredes e trionfare di due secondi.

Tegla Loroupe del Kenya vince nel 1994 e nel 1995, diventando la prima donna africana a vincere una maratona importante.

Nel 1996 è di nuovo Italia con la vittoria di Giacomo Leone

Alla maratona di New York City del 1997, per la prima volta gli arrivati superano quota 30.000 (30.427).

Il 1998 Franca Fiacconi diventerà l’unica italiana a vincere a NY

franca-fiacconi-vince-new york
Il traguardo più importante a Central Park il 1 novembre del 1998

La maratona di New York City del 2000 include per la prima volta la gara per gli atleti in sedia a rotelle e il premio in denaro viene aggiunto nell’edizione dell’anno seguente.

La Maratona di New York del 2001 si svolge meno di due mesi dopo gli attacchi dell’11 settembre, a simboleggiare la speranza e il recupero per una città e una nazione in ginocchio.

Mary Wittenberg succede ad Allan Steinfeld come direttore di gara della maratona di New York nel 2005, diventando la prima donna a dirigere una grande maratona.

Nel 2006, la Maratona di New York City si unisce alle maratone di Boston, Chicago, Londra e Berlino per formare il World Marathon Majors. Tokyo viene aggiunta nel 2013 e Abbott diventa lo sponsor principale della serie nel 2014.

La maratona di New York City 2009 ha 43.660 arrivati, il numero più alto di tutte le maratone.

L’americano Meb Keflezighi vince e diventa il primo campione americano dal 1982.

Meb Keflezighi vince new york
NEW YORK, NY 2017 Meb Keflezighi in New York City. (Photo by Elsa/Getty Images)

Nell’edizione del 2011 Geoffrey Mutai stabilisce il record della manifestazione che ancora sta in piedi di 2:05:06.

Nel 2012 è stata cancellata all’indomani dell’uragano Sandy. Migliaia di corridori prendono parte agli sforzi di soccorso e recupero in tutta la città e il NYRR contribuisce con fondi, attrezzature e forniture.

La maratona di New York City 2013 ha, per la prima volta nella storia, più di 50.000 arrivati .

Nel 2014, Tata Consultancy Services (TCS) diventa lo sponsor principale e il principale partner per tutto l’anno degli eventi dei Ney York Road Runner.

E’ nell’edizione del nel 2014 che il milionesimo maratoneta taglia il traguardo al Tavern on the Green al Central Park

Il numero più alto di qualsiasi maratona della storia viene raggiunto nel 2018 con 52.813 arrivati

La keniana Mary Keitany vince quell’edizione, il secondo maggior numero di vittorie (2014-16, 2018) dietro solo alle nove di Grete Waitz.

Peter Ciaccia si ritira dopo la maratona di New York City TCS 2018 come direttore di gara ed è sostituito da Jim Heim.

Geoffrey Kamworor, Joyciline Jepkosgei, Daniel Romanchuk e Manuela Schar sono i campioni della TCS New York City Marathon 2019, che conta oltre 53.600 finisher, rendendola ancora una volta la più grande maratona della storia.

In futuro saranno ancora le nostre speranze a farci tornare a correre sul Verrazzano Bridge e a stringere quella medaglia in un parco di città dove tutto ha avuto inizio 50 anni fa.

 

medalgia matona di new york
What do you want to do ?

New mail