“Maratona di New York” è tornato in teatro

Ho conosciuto Cristian Giammarini e Giorgio Lupano nel 2012 in occasione della prima rappresentazione romana all’Eliseo dello spettacolo “Maratona di New York”, il testo teatrale scritto da Edoardo Erba.

Maratona di New York ha corso più di me, viaggiato più di me, fatto più carriera di me. E ho la sensazione che vivrà molto più di me. Una sensazione che si conferma ad ogni versione che mi capita di vedere. Se poi ne vedo una come quella di Giammarini-Lupano, la sensazione diventa certezza.

Le parole di Edoardo Erba valgono sempre, anche dopo 12 anni dalla prima messa in scena di Cristian e Giorgio.

La storia racconta di due amici, un allenamento notturno, una strada di campagna, un traguardo da raggiungere…

Maratona di New York è una sfida fisica, oltre che verbale, in cui gli attori sono impegnati a correre per l’intera durata dello spettacolo.

Cristian Giammarini e Giorgio Lupano nella doppia veste di registi e interpreti hanno vissuto la stessa esperienza dei loro personaggi: una corsa inarrestabile che va oltre l’atto sportivo e diventa metafora delle nostre esistenze.

Cristian Gaimmarini

Le repliche del faticoso allestimento scenico, dove gli attori corrono sul posto per più di 1 ora, sono andate avanti fino al 2015.

Ma è nel 2020 che Giammarini e Lupano ritrovano il passo con le parole dello spettacolo. In occasione di una messa in scena estiva, quando ad agosto si potevano tenere piccole rappresentazioni all’aperto.

Presso l’azienda agricola Il Nemus, giovane realtà agricola immersa nel verde del lago di Nemi, attenta e rispettosa della natura e alla cultura e grazie al loro Teatro di Paglia, Cristian e Giorgio tornano a correre un accanto all’altro, su un piccolo palco ma con tutto il necessario di luci e suoni.

Cristian e Giorgio in scena

Davanti avevano colleghi, amici e il drammaturgo Edoardo Erba.

Così ecco il colpo di scena che riaccende la voglia di riprovarci e mai come in questo momento di crisi profonda per il teatro in Italia ce n’era bisogno.

Da quella notte d’estate siamo arrivati a oggi e grazie alla volontà dell’ERT Friuli Venezia Giulia (Ente teatrale regionale) MARATONA DI NEW YORK torna in scena nel Teatro Odeon di Latisana.

Sarà forse l’inizio di un nuovo inizio o un nuovo capitolo di rilancio per il nostro teatro ma dopo aver rivisto lo spettacolo le emozioni erano le stesse della prima volta.

Giorgio Lupano

Dalla sua prima rappresentazione il mondo di chi corre è cambiato, ma l’enfasi, la capacità di far emergere le emozioni dei due attori è immutata o forse ancora più brillante d’un tempo.

Ancora Mario e Steve, al di là del tempo e dello spazio, ancora una volta questa storia meravigliosa scritta da Edoardo Erba. Ancora una volta l’emozione e la gioia di essere un attore e di raccontare una bella favola al fianco dell’amico di una vita!