I Bitetto runners

Sacrificio, fatica, dolori ma anche gioia, passione, senso di libertà e di rivincita sono tutte sensazioni che proviamo quando ci alleniamo.

Siamo il gruppo degli “ALBARUNNERS” dei BITETTO RUNNERS

Un gruppo nato dalla stessa esigenza: allenarci in tempo prima che il giorno faccia capolino con i suoi mille impegni. Rinunciamo ad un’ora di sonno per un’ora al di fuori dello stress quotidiano. E poi, a quell’ora, il mondo è tutto nostro e si assapora meglio il viaggio lungo le strade: si sente la terra ed il vento; l’aria frizzante e l’atmosfera pungente; si percepisce più il proprio corpo, la mente si fa più leggera e il ritmo della corsa è come musica: quasi una magia!!

Sveglia ore 5.10, un minuto per ricordare chi siamo, come ci chiamiamo e perché dovremmo alzarci; chiappe giù dal letto, un paio di spigolate agli stinchi o botte sulla porta che credevamo aperta ma, a quel punto, si è svegli per davvero; si accende la moca del caffè preparata la sera prima; ci si veste, scarpe allacciate, Garmin connesso e ci si ritrova con i propri compagni d’avventura in piazza!! E vai di “ripetute”, di “progressivi”, di “fartlek”, di “interval training” e via dicendo.

Correndo all’alba davvero si inizia la giornata a bomba con il proprio bel carico di endorfine!!

E siamo noi.

Stefania, donna tutto fare. Mamma di Andrea e di Alessandro. Entrata nel gruppo da poco più di un anno e mezzo, è determinata, tenace, costante ma…. parla troppo!!! Soprattutto se, ad assecondarla, c’è la sua sorella di corsa Ylenia: guai farle correre assieme senza ripetute!!!!! Finirebbero per corrersi una sei ore pur di continuare a chiacchierare!!

Ylenia, anche lei mamma di due nanetti, corre per potersi concedere, senza tanti sensi di colpa, quel cioccolatino in più, corre per potersi superare, corre perché’ facendolo si ricarica ed è anche un modo per scaricare tensioni. Quando c’è da correre, lei corre per davvero ma….se c’è da ballare, cantare, mascherarsi durante un allenamento perché, in giro, da qualche parte del mondo, c’è una sfida lei, state certi, è la prima a farlo, riuscendo a trascinare anche gli altri nei suoi exploit.

Giampietro, detto Jump… il più figo influencer, il miglior ambassador l’abbiamo solo noi!!! E’ l’uomo indiscusso, inimitabile, irraggiungibile delle sfide. Diciamo la versione maschile di Ylenia!!! Le vince tutte ed è sempre pronto a far casino perché è vero che la corsa è uno sport serio ma se poi non è divertente che si corre a fare? Super competitivo ma sempre con il sorriso sulle labbra, pronto  a prendere e farsi prendere in giro.

Giovanni, il nostro coach. Il suo è un atteggiamento sempre positivo e propositivo verso il gruppo.    Stabilito l’obiettivo, via che parte con le tabelle personalizzate che va, di volta in volta a modificare, seguendo i nostri stati d’animo e malanni!! Molto attento, ci supporta e ci consiglia ma ….. vietato sgarrare che parte la ramanzina!!!

Dimenticavamo: corre troppo veloce e gli piace la spirulina!!!

Gianfranco, da poco ribattezzato Gianfry, uomo che non corre mai per due giorni di fila!!! Di grande compagnia e se si pone un obiettivo, state certi che lo fa suo!!

Manuel, all’inizio lo chiamavamo “l’uomo misterioso” difficile la sua identità. Per un bel po’ ci siamo chiesti come fosse la sua faccia allenandosi presso più sempre così… Nelle foto è quello che c’è ma non si vede!!

E’ il nostro pacer, di buon cuore. Durante il suo lavoro, inutile tentare la fuga… dovrebbe portare un distintivo (simile agli adesivi BLOCK SHAFT che si attaccano sui vetri delle auto per avvisare i ladri del sistema di sicurezza presente!!) con scritto “COMUNQUE TE CE PIJO CORRENDO A 4!!!Gigi e la sua voglia di vivere lo sport a 360°; voglia di mettersi alla prova non solo nella corsa ma anche in altre discipline come la MBK e il nuoto. Occhio alle feste, è facilmente riconoscibile: per paura di restare a secco viene provvisto della sua personale bottiglietta d’acqua!!! D’acqua???

Abbiamo scritto bene???

Carletto e Carletto u sa’!!!!!

Albarunner a fasi alterne ma è comunque sempre presente in quel che facciamo. Ha un gran cuore e la sua filosofia sulla preparazione delle maratone è: schiattarsi fino ad un certo punto!!!

Giacomo, conosciuto come Jacky. Matematicamente riuscito bene, molto spirito di adattamento. Giorni alterni mangia Nutella ed è di grande supporto, soprattutto alle donne!!! Con una media giornaliera di 15 ore di lavoro, riesce comunque a ritagliarsi la sua oretta di sport!! Da poco sorseggia birra e fa gargarismi con il vino!

Gennaro, la nostra gazzella! Corre come al coach! Molto fratello del coach! Fa le ripetute con il coach! Sembra silenzioso ma quando attacca chi lo ferma più! Abbiamo capito che non gli piace l’arancione e ha bandito l’uso degli scaldacollo sulla canotta!!!

E’ dunque riduttivo parlare di noi come semplici podisti. A noi piace allenarci divertendoci. Noi siamo gli ALBARUNNERS degli “ENOGASTRORUNNERS”!

Un gruppo social, molto social, socialisssssssimo dove si chiacchiera e si scherza sulla gastronomia (poco forse!) e tanto sui nostri allenamenti, gare e preparazioni. Unica costante: prendersi poco sul serio e, finita attività, si posta selfie con i km e gli hashtag: #treditaaforchetta, #alesegna!!

A fine mese, chi totalizza più km, riceve anche dei premi omaggiati dal simpaticissimo e mitico admin del gruppo.

E questi premi devono essere davvero tanto belli se poi, pur di vincerli, si accetta di partecipare ai famosi “contest dei contest”, più o meno settimanali, per accaparrarsi dei km in bonus.

Ci si ritrova, così, a correre, in pieno inverno, con infradito, costume e salvagente, travestiti da supereroi o, nella settimana della cultura, con tanto di grembiulino, fiocchetto e zainetto mentre si recita una poesia o si riferiscono delle nozioni storiche- geografiche piuttosto che il “teorema di Pitagora”.

Ad halloween si fa a gara a chi spaventa di più mentre nella settimana di Sanremo si canta!!

Il risultato?

Gli scatti parlano da se….