I Leprotti di Villa Ada corrono ancora

Per chi vive a Roma e pratica sport all’aria aperta, correre nei parchi pubblici fa parte del proprio patrimonio sportivo e non solo. I grandi polmoni verdi resistono alla cementificazione e al degrado, ma a fatica.

Ma è grazie all’azione caparbia e necessaria di gruppi organizzati di cittadini che la eree verdi di Roma sono tutelate quotidianamente.

Persone che si riconoscono in associazioni e realtà sportive in grado, attraverso giornali e social network, di denunciare situazioni di incuria, abusi e abbandono di Ville e parchi di Roma. L’azione a tutela di parchi di Roma avvengono anche con manifestazioni sportive spontanee e alla portata di tutti,

Come quella che i Leprotti di Villa Ada, organizzano per domenica 28 ottobre a Villa Ada.

I Leprotti di Villa Ada è un ASD molto attiva nel panorama podisitico romano, Ogni ultima domenica di ottobre organizzano una gara podistica non competitiva dove a fronte di una iscrizione gratuita ogni partecipante porta un paio di scarpe vecchie. Le puliscono e da soli o in collaborazione con altre associazioni le fanno arrivare in paesi quali lontani come Kenya, Perù, in Mozambico.

Quest’anno però, dopo 26 anni, non sono più in grado di organizzare questa manifestazione. Perché nonostante la tanta volontà, impegno e soldi di tasca loro, con l’entrata in vigore del decreto sicurezza in materia di grandi eventi, purtroppo per l’occupazione di suolo pubblico, e l’organizzazione di una piccola kermesse sono rischiaste le stesse identiche cose che vengono richieste per organizzare un grande evento.

Così i Leprotti si ritrovano davanti ad una montagna di pratiche amministrative, e non possono più garantire l’organizzazione della Corri con i Leprotti

Allora il 28 ottobre si correranno le leprottiadi 2018, ovvero una corsa interna (per i Leprotti)  che servirà in vista dei cross invernali a vedere quale sarà lo stato di forma di ogni singolo leprotti

Alle 9.00 ci sarà la partenza con il giro classico di 6250 metri 

Subito dopo i ragazzi con il giro da 1500 e a seguire i piccoli leprotti con il classico giro del laghetto da 750 metri 

Ripetiamo che si tratta delle leprottiadi ma chiunque passando per Villa Ada vorrà correre con i leprotti lo farà di sua spontanea iniziativa. 

Vi aspettiamo…”

 

Marco Raffaelli