Gli impegni nello sport e i suoi comandamenti

Sono giorni intensi per l’esecutivo dell’Appio Nuoto. La finale regionale Asi e prima prova esordienti b. Inizio stagione estiva le gare. Programmazione fino a luglio e inizio del fondo Master. Le trasferte Italia ed estero. Il mio lavoro di insegnante di danza, il Campus estivo di nuoto e tanto altro.

Non abbiamo più orari, viviamo in case fra piumoni invernali e costumi estivi, ma siamo felici, soddisfatte.
Oggi come a Palermo, come domenica scorsa, i ragazzi sono l’anima e tutto è merito loro.

Da “anziana”, mentre i grandi chiedevano i risultati di Rieti e dei piccoli, mi è venuta in mente una riflessione che mi ha insegnato il mio papà, proviene dal mondo del calcio, ma è valida per ogni disciplina.

Credo che lui oggi avrebbe detto un gran brava a Federica e Diana (le due allenatrici).  Io sono più di pancia, verso le ingiustizie e la maleducazione e il non rispetto. Così a modo mio vi lascio questi pensieri di un grande campione.

 

I comandamenti del pallone

l decalogo stilato da Agostino Di Bartolomei nel suo Manuale del calcio, ovvero 10 suggerimenti da tenere a mente per piccoli calciatori «sia che abbiano le doti, la volontà e la fortuna di andare avanti in questo splendido sport, sia che nella loro vita poi facciano altro».

1) Il calcio è un gioco di squadra. Nessuno può vincere una partita da solo

2) Impara le regole del calcio, soltanto conoscendole perfettamente potrai esprimere al meglio il tuo talento

3) Sii leale con l’avversario. Non entrare mai in campo con l’intenzione di far male a qualcuno… Divertiti. Il calcio è allegria

4) Abbi il massimo rispetto nei confronti dell’arbitro e dei guardalinee: ricorda che anche loro possono sbagliare in quanto non è facile amministrare una partita

5) Alimentati in modo equilibrato. Nutrirsi bene non significa mangiare troppo, ma mangiare con criterio scegliendo cibi ad alto valore nutritivo

6) Ricorda sempre che prima di essere un calciatore devi essere un atleta, la condizione fisica nel calcio è fondamentale

7) Il grande capitale di un calciatore è il suo corpo. Abbine cura, concediti il riposo necessario per recuperare le energie spese quotidianamente

8) Di ogni infortunio dovrai parlarne sia al massaggiatore che al medico della società oltre che al tuo allenatore. Non nascondere nulla per piccolo che ti possa sembrare l’inconveniente

9) Dopo l’allenamento e la partita fai una doccia ristoratrice e asciugati bene…Tratta i tuoi piedi esattamente come fa un pianista di professione con le sue mani

10) Ricordati che il calcio è semplicità

Leggetelo come il nuoto.

Leggetelo come genitori di bimbi e ragazzi che vivono in un ambiente sano dove c’è rispetto e lavoro.

Grazie Fede e Diana

Alessia Malfetta

(Presidente della ASD Appio Nuoto 2009)